24 settembre, 2012

Le Genti Strane.

Che son strana me lo sento dire da un bel pò. Forse non ho ancora capito bene se è un'offesa o un complimento. Diciamo però che esser strana mi piace. Che poi, cosa voglia dire non so. Stamattina, ho avuto modo di pensarci, o meglio, me ne hanno dato modo. E che bello è stato pensarci un pò. Le genti che son stranI sono quelli che parlano anche coi muri, che sorridono anche ai cani, che guardano con nostalgia i bambini nei passeggini e fanno loro le smorfie e puoi capire se la loro madre è strana o meno dal modo in cui ti guarda: se ti strafulmina non è strana per niente, se invece sorride è un pò strana anche lei. Le genti che son strane hanno sempre un momento per te, non rispondono mai Vado di Corsa, ma si fermano anche a costo di correre e correre, dopo. Le genti che son strane le puoi vedere la mattina presto, vestite metà di pigiama, spesso la parte di sopra, qualche volta la parte di sotto, quasi mai tutt'e due. Oppure vestite di puntissimo per il compleanno di un'Amica. Le genti che son strane hanno il cuore colorato, questo non è sempre un bene, anzi non lo è mai: esse si prendono certe lorde in piena faccia, figurate, s'intenda bene, ma che fanno male come e più di quelle vere. Le Genti Strane leggono molto, imparano a memoria canzoni e poesie, conservano dei fiori seccati fra le pagine dei libri, ascoltano molto, parlano molto, sorridono molto. Le Genti Strane saccheggiano le bancarelle dei gioielli del mercato, e quel ciondolo che può sembrare un cuore preziosissimo è in realtà un cuore farlocco di latta purissima, il cui valore non supera i 4 euro. Ma luccica tanto, è un cuore che sa, è un cuore che riflette il sorriso di chi lo guarda e che dice Ma Che Bello. Le Genti Strane non piacciono a tutti, piacciono solo ad altre Genti Strane, che capiscono, che comprendono benissimo e sanno, sanno già tutto. Le Genti Strane trovano raramente altre Genti Strane, circondate come sono da Genti Normali, di quelle un pò finte, che se la credono e che te la spiegano. Quando una Gente Strana incontra un'altra Gente Strana è proprio bello, perchè ti dicono Ma Sei Tu Quella Delle Fragole e tu ti illumini e dici Massì che Sono Io, e forse come le fragole diventi rossa ma è una sensazione così perfetta anche se dura pochissimo che ti fa dire che forse tanto strana non sei se le cose che pensi e che scrivi gli altri ti dicono Uguale a Me. Quando una Gente Strana incontra un'altra Gente Strana, la giornata è diversa e più morbida, e allora sei contenta di così poco che però è tantissimo, e allora corri a lucidare quel ciondolo a cuore di latta farlocca, perchè la prossima volta, luccichi di più.
Grazie, Raffaella, per il tuo saluto di stamattina. 

8 commenti:

Paola Santini ha detto...

E'bello che tu abbia ripreso a scrivere con una certa frequenza perchè leggere i tuoi pezzi è un regalo che io mi faccio... ogni volta
ciao

marzipan_28 ha detto...

Una normalissima ignorantella una volta mi ha detto: tu non sei cattiva, però sei strana. Ecco, io questo me lo sono appuntato come una medaglia, strana per certa gente è un complimento per me.

alda ha detto...

Ma se esser strane vuol dire esser quelle belle robe lì ,allora noi siam tutte contente che tu sia strana ,che noi siam strane e che ci si intendia così bene ! <3<3

Piccolalory ha detto...

Sorrido, strana e felice... grazie ♥

Daniela B. ha detto...

Non ti conosco, arrivo qui d avari link, e sono felice di trovare una Gente Strana in te: hai ragione é così tanto tanto bello quando si trova un'altro come noi :-) W le genti strane!!
Daniela

Anna ha detto...

E io che mi pensavo che ero normale, e e invece forse che sono un po' strana anche io...comunquemente ti mando un cuore <3, anzi due <3<3

Anonimo ha detto...

sarà perchè mi ci identifico così bene in quella tua stranezza che mi sento a casa, ormai da molto, leggendoti.
grazie, sempre.
v. (ancora in mezzo pigiama...)

Valentina ha detto...

Ti leggo e dai voce hai miei pensieri. Riesci a districarli con la facilità che ha un'amica che trova il filo perso nel groviglio di un gomitolo che ho rinunciato a districare. Leggendoti ritrovo, dopo mesi, l'orgoglio nell' essere strana e mi ripropongo di rinunciare alla malsana volontà nell'omologarmi ai normali! Grazie di cuore è bello sapere di altre genti Strane

Per Sempre Glicine.

E' stagione di glicine. Lo amo, e tanto anche.  Il colore, la forma, il suo modo di essere.  Non si può cogliere, non si può te...