08 luglio, 2013

L'estate Leggera.


L'inizio di questo mese di luglio verrà ricordato negli annali e catalogato alla voce: riordinare.
Ho riordinato di tutto.
Armadi, Di abiti, di lenzuola, di asciugamani. Armadietti di lavanderie, la scatola del cucito, perfino il cestino delle collane, dove ho rinvenuto cimeli che avevo perso di vista da mesi. E il cassetto dei rossetti.

Ho fatto ordine, suddiviso. Asciugamani piccoli, da spiaggia, viso, mani, ospite, ricamate, rovinate, eliminate quelle vecchie e stinte che tenevo per ricordo, ma de che. E lenzuola, una piazza, due piazze, una piazza e mezza, sopra con angoli, sotto senza angoli, matrimoniali con angoli ma con gli elastici rotti e quindi, buoni solo per lavare i vetri.

ho messo in ordine la qualsiasi.
la mia estate è così, per ora, e mi piace un sacco perdermi in qualche cassetto, in casa mia ce ne sono parecchi di cassetti dimenticati, una vera e propria scoperta.
Ho eliminato abiti e tailleur gessati da Credito Italiano, come dico sempre, che tenevo per decenza, per averli pagati una sassata ma che non mi appartengono più. Ho riscoperto jeans che credevo smarriti, camiciole a fiorellini relegate in una scatola e colà dimenticate, pantaloni leggeri che pensavo in qualche altra casa. Ritrovarli è stato bello.
Come bello è stato ritrovare quel vestitino a quadretti, largo e con le papere, che ha aspettato insieme a me i miei bambini...
Ho buttato via molto, ho passato giorni appollaiata sulla scala, in un sù e giù preciso e razionale, questo tengo, questo butto, spietata, come solo le donne sanno essere.
E mi sento leggera.

così sarà la mia estate. Leggera. Leggera e lontana. Zero social, che non se ne può più, qualche foto per non perdere l'abitudine. Lontana anche da qui, per un pò.

Mi prendo una vacanza dalle grane e dai magoni, negli ultimi giorni mi hanno pesato discussioni e cattiverie, cose di poco conto, certo,  ma nemmeno quelle voglio più. Sto lontana dalle chiacchiere da pollaio, dalle frasi fatte, dalle cose che sembrano in un modo e invece sono tutto il contrario, anche dalle persone, qualche volta e quante, quante ce n'è.
Ho avuto due giorni bellissimi in una montagna vicina, e amici, amici veri, cari come solo loro sanno essere da ventidue anni in qua, quelli che aiuti ad apparecchiare aprendo i cassetti come fossero tuoi, non lo puoi mica fare a casa di tutti, ecco, da loro sì. Loro, amici di mare, di monti,  di barca e della terraferma, sempre ai compleanni, alle cerimonie, sempre loro, così vicini che basta anche non parlare e sanno già, quelli che hanno le foto dei tuoi figli, e anche le tue, in mostra nel salone, Ti Ricordi Dove Eravamo Qui? e tu lo sai, eccome se ti ricordi, perchè la tua storia è un pò la loro, e loro ci sono da sempre. E sempre.

e' l'estate leggera, questa qui.
Sorveglio le piante di pomodori, ce n'è una quantità tale che forse davvero un'insalata ci viene. E un'insalata per casa mia, non so se mi spiego.
Cambierò colore alle pareti di una stanza, ricamerò delle tendine chic per un bagno blu notte, butterò via il superfluo, le cose pesanti, tengo i biglietti di auguri ma lascio senza nostalgia le cose che mi hanno fatto del male. E le persone, anche, che me ne hanno fatto e non lo sanno, e allora ma vaffanculo, se nemmeno ti accorgi non è roba per me.
Mi sa che con le mie Amiche organizzeremo un picnic al fiume, e un Marmellata Day nella mia cucina, basta solo decidere di cosa, è un attimo, barattoli ne ho un sacco, metteremo questa estate sottovetro e la consumeremo piano, nell'inverno che verrà.

L'estate leggera passerà in fretta, ma sarà piena di cose e di persone, di eventi e di chiacchiere, di progetti e cose belle. 
tornerò presto, quando avrò qualcosa da raccontare, un mese forse, forse meno, quando proprio non ce la farò più e mi scapperà di dire qualcosa da queste pagine che amano così tanti, che leggono così tanti che nemmeno me ne rendo conto, che mi chiedono Ma Dove Sei dall'altra parte del globo terracqueo, ma come, mi leggete anche da lì?

Ho un'estate da vivere come forse non ne ho mai vissuta nessuna.
L'Estate Leggera, è così che si chiama.




9 commenti:

alda ha detto...

E allora ciao,buona estate leggera ! Ma torna però mi raccomando,ridi ,canta,balla,riordina se ancora hai qualcosa da riordinare ma torna, questo solo conta! Baci Alda.

Anonimo ha detto...

Ciao!
Da circa un anno passo tutti i giorni di qui e tu mi regali dei momenti di pace come pochi. Grazie!
Volevo solo augurarti delle buonissime leggerissime vacanze!
A presto.
Martina

Isabella ha detto...

Ho letto tutto il tuo post e mi sono ritrovata... Soprattutto nelle affermazioni sugli amici vero e non veri... Grazie! Ho iniziato la giornata con uno spirito nuovo!

Anonimo ha detto...

buona estate leggera! v.

gianna ha detto...

mi piace un sacco leggerti, sembri me con i miei figli, la mia casa, il mio Sposo....buona estate e torna presto
Gianna

Anonimo ha detto...

E allora ... che la leggerezza sia con te in questa strana estate, lo è anche per me. E associandomi al coro unanime ... TORNAAAAAA!!!!
Un abbraccio - Renata Trento

Anonimo ha detto...

Sì è vero: torna!!! Leggo anche io silenziosamente da un po' i tuoi post e mi piacciono un sacco! Mi ritrovo anche nel tuo riordinare: e sapessi che collane ho ritrovato!!! Buona leggerezza quindi, buone giornate leggere e spensierate!!

Sabina

Mariella ha detto...

Leggerisima estate Laura cara, così lontana e così vicina, grazie per esserci, grazie per i tuoi post e le tue foto , grazie perchè grazie a te faccio parte di cuore di maglia. Serene vacanze e .... a settembre, a Palermo, a trovarci . Mariella

Gallinavecchia ha detto...

L'estate leggera è davvero la più bella.
Ti abbraccio come sai
S

La Palestra.

Da poco, abito accanto a una palestra. Alla palestra di una scuola. Ho spesso la finestra aperta, non mi arrendo ai temporali alle piog...