05 marzo, 2016

Dieci Anni.

















10 anni di me

Della mia vita

Delle cose mie

Ho scritto tanto, quasi ogni giorno.
Quasi ogni volta che ero così felice da volare

Quasi ogni volta in cui ero così triste che non  mi accorgevo  di piangere, se non fosse stato per i singhiozzi, che sentivo uscire come se nemmeno fossero miei. Ho scritto tanto, tanto di tutto, frivolezze e cose pesantissimi, ho scritto dei miei figli e della mia famiglia strampalata , sparsa e meravigliosa, dei miei viaggi, le mie vacanze da zingara, le mie partenze, i miei ritorni,  ho scritto di avventure bellissime accadute senza uscire da questa casa e da questo giardino, dal pratino che conoscono in tanti, dalla casa in Collina che a volte è rifugio e meraviglia e teatro di festa e bellezza e altre volte così silenziosa da far paura, un minimo rumore e non dormo più.
Dieci anni.

Rileggo ogni tanto, mi piace ritrovarmi nei post che ho scritto, ve ne regalerò uno al giorno e mi vedo così diversa e così uguale a 10 anni fa, avevo dei bambini e non degli uomini fatti e delle donne quasi, le feste di laurea erano così lontane, certamente ero più bella, forse più serena, di sicuro più ansiosa, o forse no, non saprei dire.

Rileggo per sapere come sono stata, rileggo per imparare, imparare sempre, che tanto gli sbagli si fanno lo stesso anche se studi di matti, non è così semplice.
A volte la vita ti corre dietro, altre ti si siede vicino e ti sorride. Altre invece, ti prende a schiaffi così forti, e ti strattone, di qua e di là e ti maltratta e ti fa dire Basta, che ti copri la faccia con le mani ma che stai lì a prenderle, perché non è che ha i altra scelta, mai.

Dieci anni.
Amo questo blog come uno dei miei libri preferiti, quelli che torno a rileggere ogni tanto, quelli che so a memoria e ogni volta mi stupisco di una frase, di una virgola messa nel posto giusto che è una pennellata di poesia, e allora cerco di trasporla, la poesia, nei giorni miei che di poesia hanno proprio poco o niente, che non sono molti, ma  insomma.

Così, continuo a scrivere.

Per me, per le persone che qui si riconoscono, che qui trovano da sorridere qualche volta, o da riflettere o da dire Che Scema. Continuo a scrivere questo libro bellissimo, come va a finire non lo so, non sono brava coi personaggi e coi finali, con gli incipit invece sì, e allora, i libri più belli iniziano con C’era Una Volta, io inizio con grazie, a chi mi legge da sempre, e grazie a loro, alle Fragole, che mi hanno permesso di non impazzire, di non lasciarmi andare, di tirar fuori dal cilindro qualcosa che mi facesse bene, e in qualche modo mi facesse soffiare il naso, tirar su col naso e nascondere il fazzoletto. E andare avanti.

Grazie Fragole Infinite.
 Da chi ogni giorno salvi e accarezzi. Da chi ti ha voluto. Da me.
Che son passati 10 anni ma sono sempre io.


05 marzo, 2006

Mi sa che il momento è arrivato.


Cento volte? Mille volte? Almeno una dozzina!
Le volte che ho provato a creare un blog. E chi sono, mi dicevo, la scema del villaggio?

Così, eccolo.
Un pò di me, molto della mia vita e delle cose che sono mie, i figli, i libri, i fiori, le ricette,i biglietti del cinema, gli scontrini, i nastri dei regali.
Io, insomma.
Mi ricorda molto i diari che facevo da fanciulla.
E' divertente.

L'unica cosa che mi mancherà, sarà attaccare le foto con la coccoina.


8 commenti:

lucia candoni ha detto...

Ho sempre ammirato e invidiato un po',chi come te possiede il dono di trasformare in parole i propri pensieri e sentimenti.
Buon compleanno 🌹💟

Annarita ha detto...

Grazie, mille volte grazie per la compagnia che mi hai fatto, mi hai fatto ridere e piangere, e pensare .....
Buon compleanno fragole infinite.

Chiara ha detto...

Buon compliblog!
E grazie per ciò che hai condiviso per le emozioni che mi hai regalato e buon cammino!

dolcezzedimamma ha detto...

Tanti auguri da chi ti leggo sempre anche se non sempre commenta. Grazie x le emozioni che hai comunicato e che ho tante volte condiviso. Cento di questi giorni!

dolcezzedimamma ha detto...

Ovviamente legge...accidenti alla presbiopia!

alda ha detto...

Io sono Fragole-dipendente proprio da quel primo post del 2006,e ti dico grazie , dieci anni di grazie! Sei diventata una cara amica, un'amica preziosa che mi regala emozioni,risate e magoni senza mai risparmiarsi! Continua Laura per altri dieci,cento anni perché questo tuo blog è pura poesia e di poesia non se ne ha mai abbastanza! Baci Alda.

Anonimo ha detto...

... Ti ho letto, per la prima volta, che già scrivevi da diversi anni. Ricordo che mi era piaciuto così tanto quel post, che è stato un tutt'uno apprezzarti, sceglierti, leggerti a ritroso, meravigliarmi delle affinità e dei pensieri in comune che avevamo...e scegliere di incominciare a leggerti dal primo post. In una sera e quasi metà notte, ho continuato a leggerti, fermandomi solo quando ho rincontrato il post con cui avevo iniziato. È stato come rincontrare una persona cara, che non vedevi da tanto tempo, che ti racconta la sua vita, quella che ti sei persa, e non smetti di ascoltare, piangere, ridere, finché non ha finito. Grazie, grazie di cuore, per avermi regalato tutto questo, senza averti mai incontrato personalmente.
Paola

Anonimo ha detto...

10 anni che mi scaldi il cuore. grazie.
v.