22 maggio, 2011

Il Sogno Potentissimo.

I giorni caldi, quanto mi piace l'odore del cloro, non senti che è già estate? si chiacchierava così, nel gazebo a ridosso della piscina, un venticello leggero, le bottiglie d'acqua nel ghiaccio già sciolto da un pezzo, risate che non pensavi, persone nuove eppure vicinissime, storie che si intrecciano e si legano insieme, che cominciano trascinando una valigia per una stradina di ghiaia piccola, nel sole. Concentratissime, a fare e disfare, a insegnare, imparare e a vedere che strada abbiamo fatto fin qua, e quanta ne faremo, ancora, insieme. La bellezza è cosa leggera, la si coglie ovunque, dove vuoi, come vuoi. Si sta così, a spiegare situazioni, a dire cose, a chiacchierare fittissimo fino alla 1 passata, ma come, non hai ancora sonno tu che dormi con le galline? Ma no, questa potrebbe essere la stanza di un collegio, di una colonia al mare, di una gita scolastica dell'ultimo anno. C'è un disordine che spaventa, i sandali con le camelie sono stati al centro del pavimento per due giorni,li abbiamo scavalcati sempre. Spostati, mai. I sogni portano lontano, ti trascinano su un carro fantastico dorato e lucente, con altri compagni di viaggio che non scegli, perchè sono loro a scegliere te, secondo il complicato e celeste meccanismo che fa di un sogno la forma più chiara della felicità, che non è Itaca ma il viaggio, che non è la luna ma la strada che hai fatto per arrivarci. Il sogno potentissimo che ti fa donna felice e in pace, perfetta, che ricordi ogni nome e ogni volto, e ogni voce, anche, e ogni accento e ogni risata, e ogni sguardo e ogni magone e ogni abbraccio, a salutarsi sul cancello, nessuno ha voglia di andare via e si vede, e si sente, questo filo morbidissimo di acciaio pesante, questo mohair in carbonio che ci lega, noi al sogno e il sogno a noi. 
Alle mie compagne di viaggio, potenti donne dal cuore di tulle, di fiori preziosi e di mani sapienti, il mio pensiero stasera, che bei giorni insieme, che bel cammino, che bella strada, di ghiaia piccola e croccante, profumo di cloro e  gelsomino, un sogno potentissimo, che bello sarà.

7 commenti:

emmafassio ha detto...

Momenti unici e speciali e le tue parole pura poesia:):)
Grazie di cuore al cuore di Cuore di Maglia:):):)

Anonimo ha detto...

sono passata ieri alle tre, eravate intorno alla piscina. c'era un'atmosfera bellissima, cuori ovunque, ma non mi ero iscritta al camp, mi sono sentita un'intrusa e non ho osato bussare al cancelletto chiuso... sarà per la prossima volta :-) v.

Knitaly ha detto...

..sì, che bella strada facciamo insieme! ancora un abbraccio!

Federicaknits ha detto...

Ho il cuore colmo di gioia per la bellissima esperienza che abbiamo vissuto insieme! Grazie mille!

CINZIA ha detto...

Parole dolcissime, Laura, solo tu potevi esprimere così bene cosa ci ha legato...immensamente cos' vicine e partecipi anche se alcune di noi si erano appena conosciute...sulla stessa lunghezza d'onda, con i cuori che battevano all'unisono, con l'emozione e la gioia che ci hanno avvilupato per questi giorni magici....ancora non riesco a rientrare nella realtà..Ti abbraccio, vi abbraccio forte per tutto quello che mi avete donato e per tutta la quantità di amore che porterò nel cuore e che mi scalderà nei momenti bui...e...dopo il MEGA-MAXI-SUPER EVENTO di settembre, a rivederci all' Winter Camp!!!
Cinzia

"ALSIVA" ha detto...

Sono passati diversi giorni, ho ancora una grande emozione dentro, grazie di tutto, spero di rivedervi al più presto. Baci Rossella (ALSIVA)

diamanterosa ha detto...

V. Nooooooo!
Potevi chiamarmi, gridare, passare da dietro. Non saresti stata intrusa nemmeno per sogno, sarebbe stato bellissimo incontrarti.
Non farlo mai più.
Ma sento che presto ci sarà un'altra occasione.
E lo sai anche tu.
Ti abbraccio, accidenti a te. :-)
L.

La Signora della Panchina.

La vedo spesso. Mi è capitato di parlarle, qualche volta, ma non è una che attacca bottone, come si dice. E' sempre così discreta...