22 marzo, 2008

Alta gioieilleria.

Una delle meraviglie del mondo è costituita dall'avere un sacco di tempo a disposizione e nessun impegno, di nessun genere, che non sia salutare qualche amico infreddolito come noi, comprare i giornali, fare niente o quasi. Piove e piove e ancora piove, un pò smette e un pò diluvia, e pensare che molti si sono preoccupati di farci sapere, con un pizzico di cattiveria, che lassù a casa c'è un sole da spaccare le pietre. Non fa niente. Noi qui si sta e bene anche. Nonostante il freddo e la pioggia, si riesce anche a realizzare delle cose semplici e carine, una collana, per la precisione, adocchiata tempo fa su Ravelry, grazie a Clarissa, che la annoverava tra i suoi preferiti. Così, un giro in ferramenta per munirsi dei famosi cerchiolini di plastica e via, la prima collana della Princi , interamente fatta dalla sua mamma, sta prendendo vita via via. Certo, la tecnica è da affinare, per esempio come assemblare nel modo più omogeneo possibile i cerchiolini debitamente rivestiti all'uncinetto. Ma il risultato è grazioso. Già pronto un progetto Total Black, da indossare con un tubino discreto o una scollatura generosa. Che piova pure, se vuole.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, sto leggendo da giorni il tuo blog!
Carinissima la collana... mi piacerebbe cimentarmi: dove posso trovare un minimo di spiegazioni?

Grazie Sara

Anonimo ha detto...

Quanti ricordi in quei cerchiolini!!!!!
Un abbraccio e Buona Pasqua a te e alla tua famiglia.
P:S:divertiti un pochino anche per me.
Tiziana

diamanterosa ha detto...

Un bacio a te, Tiz.

Sara: Le spiegazioni le trovi su Raverly, ma è molto semplice. Compri dei cerchiolini di plastica, li lavori a punto basso e poi li cuci insieme. Facilefacile.

Anonimo ha detto...

Che belli i cerchiolini .... li vedo bene per fare una borsa! Mi porti a vedere quelli che hai fatto al prossimo Knit Cafè?
Quanto al clima, è vero che qui cè il sole (e gli agricoltori sono inc... che i campi hanno bisogno di pioggia!) ma la temperatura è polare!
A presto!

Flavia

Anonimo ha detto...

Vedo che anche a te l'ingegno non manca.... si lo ammetto sono le plastiche con le taglie delle grucce. Dalla fessura fai passare il filo di plastica del ferro e nelle scanalature lo incastri: le maglie non si muovono più.. Provare per credere. N.B. le plastichine si possono usare anche per decorare i raggi della bicicletta dei bambini.

thecatisonthetable ha detto...

Bella... che invidia... io e la mia maledetta incompatibilità con i lavori all'uncinetto... :-(

Vera ha detto...

bellissimo !

La Palestra.

Da poco, abito accanto a una palestra. Alla palestra di una scuola. Ho spesso la finestra aperta, non mi arrendo ai temporali alle piog...