21 maggio, 2010

Ode al Folletto.

Non è mistero: è l'amante di noi tutte. Ossuto e segaligno, un pò verde, in realtà, ma con Lui abbiamo incontri ravvicinati, torbidi, più volte al giorno, nel silenzio della nostra umile magione, rotto soltanto dal suo sibilare composto, dal suo rumore delicato, che si obnubila con grazia utilizzando una musica adatta ben conficcata nelle orecchie. Studiosi di tutto il mondo stanno approntando una ricerca, Cosa Pensano Le Donne Mentre Passano il Folletto. Orbene.


 Considerato che la scrivente medesima è a capo di tale gruppo di studiosi, che sono 1, e uno soltanto e che sono io, ho ben pensato di portare a conoscenza dell'intero globo terracqueo i risultati di tale mio studio. Tanto per cominciare esistono due modi ben precisi di intratenere rapporti, professionalissimi, lo ben s'intenda, con il Regio Attrezzo.
 Modalità n.1. Scientifica. Si è deciso da ieri che si doveva fare, perciò, niente storie, si piglia e si và, con metodo, si tolgono orpelli che intralciano, si sposta tutto per bene, si mettono i R.E.M., si aziona e via. I pensieri di questa modalità sono perlopiù di natura tecnica, quanti saremo a pranzo, devo lavare le tende, toh guarda una ragnatela. 
Modalità n.2. Frivola, alla MeNeFrego, passo perchè devo, perchè ci sono i batuffoli dei pioppi un pò dovunque, ma non ne ho voglia nessuna, eppure non mi riesce di essere di cattivo umore, cià, Folletto, vieni qui che ti faccio fare un giro, alle poltrone ci passo intorno, non sarà perfetto ma chissenefrega, c'è la mia Amica delle Perle che mi aspetta in città, magari canto pure, una canzone di quelle demenzialissime che però, in taluni sono casi, sono una mano santa. 

Naturalmente, i pensieri cambiano, col passare dalla Modalità 1 alla Modalità 2.

Nella prima, si impugna in maniera corretta, passando la mano nell'apposita maniglia, si regge anche il filo con la mano sinistra e si hanno occhi torbidi da triglia pensierosa, umore grigiastro e nessuna voglia.
E' la Modalità 2, però, che più mi aggrada. Il Folletto, in questi casi è come se andasse da solo, se vivesse una vita propria, se facesse con voi un passo di danza che nemmeno Barishnikov, e voi, metà in pigiama e metà no, spesso scalze, scarmigliate e felici, inspiegabilmente felici, che inciampate nel filo e che ci ridete pure, passiamo di qui, passiamo anche di là, ancora solo qui e poi me ne vado, che fuori c'è il sole, che è un bel giorno di maggio e che niente e nessuno stamattina può scalfire il mio stato di grazia perfetta.

Che strane, adorabili creature, le donne. Miscugli sofisticatissimi di acciaio e pastafrolla, leghe perfette di cemento armato e uovo sbattuto, di granito del Sulcis e pongo, marmo e budino, profumate foreste amazzoniche e deserti di sabbia e sabbia. Lui, il Folletto, le conosce bene, e sa. Sa che nessuno o quasi ha mai voglia di stare con Lui, nemmeno la mia Amica Maleducata,  che ieri passando dal knit sonsolatissima ha mormorato, ok, Vado a Passare il Folletto. Osservare il modo in cui una donna passa il Folletto la dice lunghissima sul suo mood, sul suo stato d'animo, sul suo umore, sui suoi pensieri più nascosti. Lui, L'Attrezzo,tace e acconsente, conserva segreti, ascolta sfoghi e canzoni sguaiate, magoni e stati di grazia e non gli importa  se lo sbatacchiamo di qui o di là, contro i mobili o sotto i letti. Sa bene che ci passerà, e aspetta il giorno in cui con Lui danzeremo, invece che trascinarlo con rabbia e malavoglia.
Esso è attento e perfetto, discreto ed efficiente, premuroso e vigile.  E mantiene i segreti. Poteva forse avere un nome diverso?
P.s. Sorridi, Simona. Domani ti cambio nome.

14 commenti:

Barbara ha detto...

E' la prima volta che leggo una recensione sul Folletto, utile, anche perche' e' da un po' di tempo che sto contemplando l'acquisto. Mi trattiene il prezzo. Mia madre ne ha comprato uno circa 3 mesi fa, include una borsa di accessori, va bene, ma il totale operazione e' stato 1.300 euro, mi sembra tanto per un aspirapolvere. Il suo modello pero' non e' come quello della tua foto. Ciao!

cinzia varese ha detto...

Solo tu potevi fare un'ode così!

Knitaly ha detto...

Che donna!
Sei tutte noi!

Marina ha detto...

Sorrido, e ringrazio! (oggi sono in modalità 2, ma vale anche se non ho il Folletto, vero?=)

Maria ha detto...

Riemergo oggi da giornate di depressione e sfiducia. E ogni volta che mi succede,sa certa che puoi trovarmi col folletto in mano. Una sorta di battesimo a nuova vita che segna ogni piccola rinascita.
E ora si va: start.
In modalità 2, of course! ;)

Anonimo ha detto...

quel felice...a volte...."SPIEGABILISSIMO", perchè no...
B

Anonimo ha detto...

adoro i REM, mi ricordano il periodo londinese... tanti sorrisi -7
Aggy

Vania e Paolo ha detto...

:)....sei davvero un Diamante Rosa...:)


ciaooo Vania

p.s...anch'io ho il folletto...:))...ti penserò...ora...sempre..:)

Anonimo ha detto...

RITRATTO DI DONNA
Deve essere a scelta.
Cambiare, purché niente cambi.
E' facile,impossibile, difficile, ne vale la pena.
Ha gli occhi, se occorre, ora azzurri, ora grigi,
neri, allegri, senza motivo pieni di lacrime.
Dorme con lui come la prima venuta, l'unica al mondo.
Gli darà quattro figli, nessuno, uno.
Ingenua, ma ottima consigliera.
Debole, ma sosterrà.
Non ha la testa sulle spalle, però l'avrà.
Legge Jaspers e le riviste femminili.
Non sa a che serve questa vite, e costruirà un ponte.
Giovane, come al solito giovane, sempre ancora giovane.
Tiene nelle mani un passero con l'ala spezzata,
soldi suoi per un viaggio lungo e lontano,
una mezzaluna, un impacco e un bicchierino di vodka.
Dove è che corre, non sarà stanca?
Ma no, solo un poco, molto, non importa.
O lo ama, o si è intestardita.
Nel bene, nel male, e per l'amor del cielo!

WISLAWA SZYMBORSKA


Regalo trasversale, che molto poco ha a che fare con il Folletto, ma molto ha a che fare con le caratteristiche femminili di cui anche tu, in questo post, scrivi.
Un abbraccio forte da Bologna, in attesa che i piccoli fagiolini crescano (sole permettendo!)
Roberta

Anonimo ha detto...

che bello leggerti tutta d'un fiato e poi, come sempre chiedersi "Ma come fai??????????????????"
Cristina
oggi in modalità 1...

Anonimo ha detto...

Ciao ... sono nuova e ti seguo silenziosamente da un pò.

Io invece sono una delle poche che odia il folletto, sopratutto perchè non sopporto che mi si bussi alla porta di casa una volta ogni due mesi chiedendomi se voglio compare il folletto.

Amo anche io i REM comunque :p

Anonimo ha detto...

io invece ho un Samsung Turbo senza sacchetto che raccoglie anche te se lo passi in modalità2..........
Stò lavorando eh e domani ti consegno ....???sorpresa!
Che bello lavoro in giardino,sotto il berseau all'ombra in questa dolcissima e solitaria giornata.
ciao pac

ALSIVA ha detto...

sei un mito non vedo l'ora di conoscerti baci rossella

Anna ha detto...

:) grazie Diamante mi hai fatto sorridere...io ho abbandonato Folletti e aspirapolveri da quando mi permetto il mio unico lusso (da quando soffro di lombosciatalgia): qualcuno che pulisce per me.
Comunque quando sono io in modalità 1 (ovvero qualcosa mi turba) mi metto a scopettare per casa: questo è il mio segnale per dire "ora lasciatemi in pace...devo pensare")

Per Sempre Glicine.

E' stagione di glicine. Lo amo, e tanto anche.  Il colore, la forma, il suo modo di essere.  Non si può cogliere, non si può te...